Natale 2016

Natale 2016

con il mio piu’ vivo augurio che possa essere un Sereno Natale per Voi ed i vostri cari; ancora, a distanza di 12 mesi rinnovo l’augurio che le festivita’ possano portare a tutti quanti il giusto apporto di serenita’, serenita’ che oggi sembra essere assente in ogni dove.

Sono stati ulteriori 12 mesi dove non sono migliorate le difficolta’ in cui eravamo, ed a dispetto di quanto ci viene propinato dai media su possibili miglioramenti, la realta’ appare ben diversa; attivita’ commerciali che chiudono, aziende con fatturati in calo costrette a licenziare dipendenti o peggio, a chiudere totalmente.

E questo, ancora una volta ritengo di poterlo imputare alla sempre minore lungimiranza della nostra classe politica, la quale costringe noi a subirne lo scotto.

Ribadisco il concetto espresso 12 mesi orsono; non sembra vi sia la benche’ minima volonta’ di dare una spinta per risollevare l’Italia.

Le uniche spinte, o meglio spintarelle, vengono sempre date agli amici degli amici per salvare gli interessi dei “signorotti” a discapito della gente comune.

Dopo un referendum che ha demolito i convincimenti del terzo governo non eletto dal popolo, oggi siamo arrivati al quarto governo non eletto.

Governo non legittimato dagli elettori e che ha gia’ ha promesso ulteriori sacrifici alla nazione.

Non vado oltre ad esprimere il mio punto di vista su questi “signori” perche’ verrei sicuramente querelato. E dopo gli 80 euro in busta paga, i promessi 500 euro ai giovani vedremo cosa si inventeranno per portare acqua al loro mulino….

Non hanno capito dall’esito del referendum che forse, gli italiani sono stanchi…

Polemica? si, ancora una volta voluta….

Siamo sempre li’; un cambiamento di rotta radicale della politica farebbe perdere ai personaggi che la politica la vivono non come un impegno ma come un lavoro da mantenere ad ogni costo.

Questi personaggi traggono benefici che non sono dovuti oppure sono portati a creare situazioni di favore ad amici, parenti o chi possa loro esser utile.

In Italia salviamo con politiche di governo le banche in difficolta’ (ma non diamo un minimo aiuto alle AZIENDE che producono reddito), banche che sono indipendenti dallo stato a tutti gli effetti, ma che per connivenze spesso politiche (e non cito i nomi delle banche tanto sono da tutti ben conosciuti) vengono risollevate con i soldi pubblici.

Comunque sia, un sincero augurio di Buon Natale 2016 a tutti Voi ed ai vostri cari, in attesa del 2017….

Ed un saluto

Sandro

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento