L’attivita’ catastale

L’attivita’ professionale nell’ambito delle pratiche catastali rappresenta un altro settore di primaria importanza dello Studio; nel corso degli anni si e’ acquisita sempre di piu’ una notevole conoscenza degli aspetti legati al Catasto Terreni ed al Catasto Fabbricati, e questa conoscenza ha fatto si’ che il sottoscritto venisse cooptato nella Commissione Catasto del Collegio di Genova e di esserne membro ancora attualmente.

L’ampia base di conoscenza acquisita ha fatto si’ che al sottoscritto sia stato richiesto anni orsono di tenere le docenze in materia di Catasto nel Corso di Preparazione all’Esame di Stato che annualmente il Collegio dei Geometri organizza per coloro che dovranno sostenere la sessione abilitante.

In collaborazione sempre con il Collegio dei Geometri e l’Associazione Geometri si sono inoltre tenuti, congiuntamente al collega ed amico Geom. Massimo Ratto Cavagnaro, docenze per corsi base di Catasto Terreni, Catasto Fabbricati, svolgimento pratico di tipi mappali, denunce di variazione per unita’ ordinarie e speciali, ed altre sempre con le medesime finalita’.

L’attivita’ professionale in ambito catastale e’ ampia e varia dalla redazione di tipi di frazionamento e di tipi mappali, alla denuncia di nuova costituzione di unita’ immobiliari a natura ordinaria o speciale, denuncia di variazione di pari natura, riconfinazioni di terreno, volture ed istanze di varia natura.

Molti considerano la parte catastale della professione del Geometra quella di minor importanza rispetto alle altre; erroneamente dico io, in quanto con l’evolversi del territorio e degli aspetti fiscali inerenti gli immobili, occorre prestare sempre maggior attenzione a quanto si predispone per l’aggiornamento degli atti catastali. Non e’ da dimenticare la maggior parte delle operazione che vengono espletate per la conservazione del Catasto Terreni, altro non sono che valutazioni estimali; l’inserimento in una categoria ordinaria di una unita’ immobiliare non e’ un aspetto che ha riflessi solo nell’immediato, ma si riflette in  un lungo periodo di tempo comportando i collegati aspetti economici e fiscali.

E maggior importanza ancora riveste l’attribuzione delle rendite alle unita’ immobiliari a destinazione speciale, per le quali non e’ prevista dal vigente ordinamento una renditazione su base tabellare; per queste unita’ il Geometra deve eseguire una vera e propria determinazione dei valori delle singole componenti dell’unita’ immobiliare. Spesso e volentieri mi e’ capitato di vedere rendite attribuite (fortunatamente da altre categorie professionali), basate se elementi estimali mal interpretati dal tecnico.

Lascia un commento